• Sagra del Fico d'India

    Sagra del Fico d'India

    quarantaduesima sagra del fico d'india 2/3/4/settembre 2016
  • Mestieri da riscoprire

    si comunica che in data 5/5/2016 presso la biblioteca comunale in via Taverna Vecchia a Castel Morrone, si svolgerà l'incontro per la verifica dei requisiti dei candidati al progetto di Garanzia Gio
  • Storia (poco seria) di Castel Morrone

    Storia (poco seria) di Castel Morrone

    Storia (poco seria) di Castel Morrone Castel Morrone, è una stupenda cittadina in provincia di Caserta, abitata da quasi quattromila persone, qualche centinaia di cani e di gatti, milioni di…
  • Avviso pubblico progetto servizio civile garanzia giovani

    Avviso pubblico progetto servizio civile garanzia giovani

    PROGETTO SERVIZIO CIVILE GARANZIA GIOVANI
    PRO LOCO DI CASTEL MORRONE (CE)
    A seguito di adesione dell’Ente Pro Loco di Castel Morrone, rappresentata dal Sig. Carosis Giuseppe, nato a Castelmorrone i
Castel Morrone

Castel Morrone, ("Morrone in Terra di Lavoro" fino all'unità d'Italia), è un piccolo paese, 10 km a nord di Caserta, antichissimo per storia. Esso, infatti, ancora oggi conserva la struttura dei "Pagus Tifatinus" con ben nove "Fundus" di sannitica memoria che si snodano ai piedi del monte Castello, che deve il suo nome, non ad un castello medioevale di cui sopravvivono alcuni ruderi, ma ad un'antichissima fortezza detta, appunto, "Castellum" del III-II sec. a.C.. Nel suo territorio sopravvivono ben 5 km. di mura megalitiche o poligonali risalenti al VII-VI sec. a.C. entro le quali pare sia vissuta l'antichissima città di Plistica che faceva da ponte per l'espansione dei Sanniti alla conquista di Capua e Cuma. Questa stessa imponente fortificazione accolse nel 216 a.C. l'accampamento di Annibale, che reduce dalla vittoria di Canne sostò in quell'area per i cosiddetti "ozi di Capua". 
La plurisecolare civiltà romana ha lasciato a Castel Morrone pochissime testimonianze delle quali sono sopravvissute due pietre situate un'alla frazione Torone e l'altra a quella di Balzi.

Nessun luogo d'Italia è stato testimone della storia come Morrone che ha visto sfilare su un lembo del suo territorio, bagnato dal fiume Volturno, quasi tutti gli eserciti della storia, dai più antichi, come quelli degli etruschi e quelli sanniti nelle memorabili e secolari guerre contro i romani, al già citato esercito diAnnibale ed agli eserciti barbarici del nord Europa a vocazione nomade, a quelli dei vari principati nell'alto medio evo, durante la nascita delle città-stato e fino all'armata garibaldina e alle armate alleate dell'ultimo conflitto mondiale. Morrone in Terra di Lavoro è stato un ambito ducato del Regno di Napoli al cui titolare spettava anche il titolo di "Nobile Patrizio Napolitano".


Pro Loco

La Pro Loco, nata nel 1976, ha sempre ricercato nella tradizione le radici culturali del luogo facendo di esse la base per promuovere l'intera città. 
La nascita di questo luogo si può far risalire al VI sec. a. C., infatti esistono tutt'ora su una collina le mura megalitiche dell'antica città Osca o Sannita. L'attuale città è divisa in nove frazioni e tale configurazione potrebbe derivare dalla centuriazione avvenuta ad opera dei Romani, dopo la sconfitta di Saticola. Castel Morrone fu anche punto di svolta per l'Unità d'Italia, quando il primo Ottobre del 1860 , Pilade Bronzetti alla testa di 250 garibaldini, tenne impegnato l'esercito borbonico, forte di 5000 uomini, per un'intera giornata, non consentendo loro di prendere alle spalle Garibaldi che così vinse la battaglia.
Attività